SCRITTO DA Dr. Dharmakanta Kumbhakar

Spesso viviamo vedendo adolescenti e bambini che camminano per le strade o seduti in alcuni luoghi isolati di Guwahati (India) con bottiglie di colla attaccate alle narici. A volte, li vediamo distesi per le strade in uno stato alterato di sensori a causa della grave intossicazione da droghe. La maggior parte di loro sono bambini di strada che hanno l’abitudine di abusare di queste sostanze. L’uso non medico di sostanze chimiche inebrianti per ottenere alterazioni nel funzionamento psicologico è stato definito abuso di sostanze. Ci sono migliaia di bambini senzatetto, comunemente definiti “bambini di strada” a Guwahati. Vivono in luoghi non sicuri come strade, piattaforme ferroviarie, parchi, vicino a templi e “durgah”, nei mercati, sotto i cavalcavia e i ponti, vicino a depositi e fermate di autobus, in capanne improvvisate e negli slum. L’abuso di sostanze colpisce circa l’82% di loro. Il problema è più diffuso tra i ragazzi di strada dei gruppi di età superiore, che vivono da più tempo in strada.

L’abuso di sostanze da parte di tali bambini inizia spesso con la somministrazione di alcol, tabacco e inalanti che sono legali e facilmente accessibili in città. La tipologia più comune di sostanze utilizzata tra i bambini di strada è ad uso inalatorio. Gli inalanti sono economici, facilmente reperibili e legali; rendendoli popolare tra i bambini di strada. Che si tratti di colla, benzina, diluente per vernici o solvente per unghie; usano questi prodotti, inalando i fumi per il loro effetto inebriante. La maggior parte dei tossicodipendenti ha l’abitudine di annusare regolarmente il dendrite come sostanza intossicante. I tubi di Dendrite sono economici e facilmente reperibili. Lo annusano attraverso il naso o la bocca. La dendrite può causare dipendenza, cambiamenti nella personalità e della funzione cerebrale, deterioramento cognitivo e neurologico causato dalla morte delle cellule cerebrali, problemi polmonari e respiratori e morte improvvisa dovuta ad aritmia cardiaca, causando effetti teratogeni. Quindi, se una ragazza di strada è incinta e ne fa uso, viene trasmessa al suo bambino causando difetti alla nascita di vario tipo. Si dovrebbe diffondere la consapevolezza tra questi bambini riguardo gli effetti avversi dell’annusare il dendrite e motivarli a interrompere questo processo.

Di solito, la maggior parte dei negozianti non è a conoscenza degli effetti dannosi del dendrite. Quindi, dobbiamo scoraggiarli dalla vendita ai bambini. L’amministrazione distrettuale e gli organismi preposti all’applicazione della legge devono applicare la legge per vietare la vendita di questo tipo di sostanza ai bambini. Le altre sostanze psicoattive più comunemente utilizzate sono l’alcol, tabacco, cannabis, sbiancante, cocaina, oppiacei o allucinogeni. Alcuni di loro usano droghe endovenose che causano la dipendenza e in molti casi la morte da overdose. L’iniezione di droghe comporta un alto rischio di infezione da HIV, così come molte altre malattie, a causa della condivisione di aghi infetti. La maggior parte di loro usa più di un tipo di  una sostanza psicoattiva.

Iniziano ad utilizzare queste sostanze per molte ragioni. I motivi più comuni sono essenzialmente la pressione dei pari, la necessità di sopravvivere e di provare piacere o di soddisfare la propria curiosità. La continua esposizione alla vita di strada li rendono vulnerabili all’uso di sostanze psicoattive. Sono a rischio da una serie di pericoli in cui si imbattono ogni giorno, poiché lavorano e vivono soli senza cibo, riparo, istruzione, affetto e sicurezza sociale adeguati. Come meccanismo positivo, per affrontare lo stress delle loro vite, le circostanze avverse e per sopravvivere nelle strade; la maggior parte di loro sceglie strategie “disadatte” come bere alcolici e usare droghe. Si rifugiano nelle sostanze psicoattive come via per sfuggire alla triste realtà che affrontano nella loro vita, per rafforzare il coraggio e la loro forza, per far fronte alle sfide quotidiane della vita in strada, per la frustrazione che percepiscono, per far fronte a freddo, fame e paura. Non hanno accesso alle strutture ricreative e spesso si avventurano in attività che hanno facilmente a disposizione per strada: come l’abuso di droghe e il consumo di alcolici. Molti bambini usano droghe solo per piacere e sperimentazione.

L’uso di sostanze intossicanti, ovviamente, non è affatto una soluzione efficace a tali problemi, dal momento che li rende meno capaci di affrontare lo stress e più probabilmente abusano di sostanze in maniera maggiore rispetto a prima. I farmaci di solito rendono difficile comunicare con gli altri. Inoltre, le sostanze rendono più difficile per loro reintegrarsi nella società dopo aver vissuto per strada. Il fatto è che la maggior parte di questi bambini che usano sostanze, diventano disadattati socialmente. Lottano spesso con la dipendenza e altri problemi di salute. A volte cercano di uccidersi a causa anche dell’uso di alcol o droghe che aumenta la tendenza al suicidio. Per risparmiare denaro per comprare sostanze psicoattive, riducono le spese alimentari; molti di loro bevono il tè per placare la fame e persino rimanere affamati. Spesso si dedicano ad attività come il furto, il borseggio, il traffico di droga e la prostituzione per comprasi sostanze psicoattive.

Le ONG e il governo devono farsi avanti per arginare questo problema e salvare milioni di vite vulnerabili. Questo fenomeno richiede una legislazione specifica e l’attenzione del governo. La principale responsabilità per porre rimedio a questo problema e di integrare nuovamente nella società questi bambini e questo compito deve essere seguito da alcune ONG cittadine, che necessitano anche di un sostegno finanziario dal governo. I volontari delle ONG possono aiutare questi bambini a comprendere i pericoli delle sostanze stupefacenti in modo che possano avere una migliore possibilità di cambiare la loro vita. Nel pianificare gli interventi, i fornitori di servizi non dovrebbero considerare questi bambini come una popolazione singola e omogenea in quanto i loro tassi di abuso di sostanze variano ampiamente a seconda dell’età, del genere, dell’etnia, della durata e delle attuali circostanze di vita nella strada. Si dovrebbe considerare e assistere ogni bambino di strada che abusa di sostanze come un individuo unico.
Sono necessari sforzi speciali per mettere in contatto questi bambini con i servizi sociali e altri tipi di aiuto come la scuola e la formazione professionale. Alcuni di loro potrebbero aver bisogno di una fase di pre-trattamento in cui le loro crisi immediate possono essere affrontate attraverso servizi di accoglienza e disintossicazione.

TRATTO DA SENTINELASSAM

CONDIVIDI