DELHI – Il Ministro degli Affari Interni Rajnath Singh ha lanciato giovedì scorso “Yuva”, un’iniziativa della polizia di Delhi mirata a fornire ai bambini ed ai giovani di strada che vivono in JJ Clusters [Jhuggi Jhopri Clusters, insediamento abusivo di Delhi] delle abilità da spendere sul mercato del lavoro.

Il progetto è stato lanciato con la collaborazione della National Skill Development Corporation (NSDC) e della Confederation of Indian Industry (CII). Nella prima fase 2.269 candidati sono stati selezionati per partecipare a 26 corsi di formazione presso 36 centri.

Il Commissario Sanjay Baniwal ha dichiarato che i candidati sono stati selezionati sulla base della consulenza portata avanti dagli esperti della NSDC e che i corsi di formazione saranno improntati sulle loro capacità ed i loro interessi.

I beneficiari sono per la maggior parte giovani che hanno avuto problemi con la legge, esclusi dal sistema scolastico e coinvolti in reati minori, vittime di crimini in condizioni di difficoltà o giovani provenienti da famiglie i cui membri sono in carcere.

Parlando con The Hindu, il commissario di polizia di Delhi, Amulya Patnaik, ha dichiarato che l’obiettivo é quello di incidere positivamente sul numero dei crimini di strada aiutando coloro che sono a rischio criminalità a guadagnare in maniera legale, nel momento in cui non riuscissero a trovare un lavoro altrove.

“Dalle nostre analisi, più del 95% degli accusati di furto e rapina sono trasgressori senza precedenti. Non possiamo risolvere solo con gli arresti; in primo luogo dobbiamo far sì che non scelgano la strada della criminalità” ha detto Patnaik.

Fonte: The Hindu

CONDIVIDI