CALCUTTA – Una ricerca condotta da due professori della Jadavpur Univeristy ha rivelato che gran parte dei bambini di strada di Calcutta sono coinvolti nel giro della prostituzione per guadagnare i soldi necessari a soddisfare i loro bisogni.

I loro clienti? Adolescenti benestanti iscritti a scuola.

“Molti bambini di strada hanno confessato che, gli adolescenti agiati della città, visti con i loro zaini di scuola, di notte saltano loro addosso come animali”, dice il professore Bishnupada Nanda, uno degli autori della ricerca.

Lo scrittore Nabaneeta Dev Sen ha dichiarato “non posso neanche immaginare cosa diventeranno questi adolescenti. Non hanno nemmeno la percezione di fare qualcosa di sbagliato.”

Sottolineando che non ci dovrebbe essere alcuna differenza tra ricchi e poveri, il Presidente dell’associazione ICSE Schools, Bengala Occidentale, Sujay Biswas ha detto “fino dall’inizio ai bambini benestanti dovrebbe essere insegnato il rispetto per i poveri”.

Ha aggiunto che a partire dal 2014, assieme al professore Sunita Mondal, sta analizzando questo fenomeno, pubblicando un documento nello stesso anno, ed attualmente il lavoro continua studiando le altre sfaccettature di questa problematica.

La ricerca – condotta su 150 bambini di strada di età compresa tra i 9 ed i 14 anni, mostra che, nonostante le vittime degli abusi sessuali siano a conoscenza dei rischi che corrono – ad esempio di contrarre o di trasmettere il virus HIV – convincono gli adolescenti ad avere rapporti senza l’uso di alcuna precauzione.

Il motivo? La vendetta.

“Perché dovremmo morire da soli? Trascineremo anche loro all’inferno”, confessa un bambino.

La ricerca mostra che tra i bambini sessualmente abusati ci sono anche ragazzi utilizzati come attori in film porno gay.

Il sindaco di Calcutta Shovon Chatterjee esprime impotenza.

Fonte: The Times of India

CONDIVIDI