Il Child Rights International Network ha raccolto il materiale per una nuova ricerca che ha come obiettivo quello di verificare le possibilità date ai bambini, a livello globale, di servirsi dei tribunali al fine di difendere i loro diritti in maniera efficace.

Tra i Paesi in cui l’accesso è più agevole figurano il Belgio, il Portogallo e la Spagna, mentre il Kenya è l’unico paese non europeo ad essere tra i primi dieci. Tra i più bassi in classifica la Palestina, l’Eritrea e la Guinea Equatoriale.

Secondo le parole della Direttrice del CRIN, Veronica Yates, “Quando pensiamo ai bambini e alla giustizia, la prima immagine che ci viene in mente è spesso quella di un bambino che infrange la legge. Consideriamo raramente il diritto dei bambini di utilizzare il sistema giuridico per la tutela dei propri diritti umani o per ottenere un ricorso quando questi vengono violati”.

Fonte: CRIN

Per leggere i rapporti per ognuno dei Paesi e quello complessivo clicca qui (lingua inglese e francese)

CONDIVIDI