Dati impressionanti forniti dal TUIK, l’Istituto Statistico Turco, nel 2014 in collaborazione con alcuni ministeri, organizzazioni no profit e ricercatori accademici

TURCHIA – Milioni di bambini, sia nelle scuole che in diversi centri, hanno partecipato alle celebrazioni, in data 23 Aprile, per la giornata a loro dedicata. Secondo le ricerche, la stessa percentuale di bambini non ne era a conoscenza a causa di diversi motivi. Innanzi tutto i bambini che lavorano sono più di 1 milione, tra cui 500,000 che lo fanno per le strade.

Questi bambini non sapevano della ricorrenza, mentre altri fortunati si godevano la giornata. Alcuni di loro lavoravano nelle fabbriche, altri chiedevano l’elemosina per sopravvivere.

Seguono i dati e le informazioni statistiche riportati dal TUIK, in collaborazione con alcuni ministeri, organizzazioni no profit e ricercatori accademici:

  • 15 bambini sono stati uccisi a causa delle violenze in famiglia, 20 si sono suicidati e 59 sono morti in incidenti legati al lavoro;
  • i bambini che vivono stabilmente sulle strade sono 3,000. 500,000 lavorano sulle strade di cui 10,000 chiedono l’elemosina;
  • la popolazione composta da bambini poveri è più di 4.5 milioni, più di 1 milione di bambini lavorano ed il 45% di loro lo fa nelle aziende agricole. La metà di questi bambini non può frequentare la scuola;
  • 2,550 bambini utilizzano droghe;
  • 3,000 sono in carcere;
  • negli ultimi tre anni il numero delle spose bambine è salito a 130,000;
  • negli ultimi tre anni il numero dei bambini dispersi è arrivato a 27,000;
  • il numero delle donne incinta in età da bambina è di 50,000. Negli ultimi tre anni il numero degli stupri dichiarati nei confronti dei bambini è di 70,000. La pedopornografia è un fenomeno diffuso in Turchia.

Gli avvocati Emine Zeyrek e Canan Özkeskin considerano la situazione dei bambini fortemente negativa. Hanno dichiarato che il 23 aprile rappresenta la festività più importante per i bambini e milioni di loro non hanno potuto goderne.

Hanno affermato: “Il 23 aprile è la giornata dedicata ai bambini e molti non possono godersela. Secondo le nostre statistiche molti vivono per strada, vengono stuprati e non hanno la possibilità di studiare. I bambini dovrebbero festeggiare 365 giorni l’anno, essere istruiti e intraprendere un percorso di inclusione sociale. Le famiglie dovrebbero ricevere degli aiuti economici. Le istituzioni per la protezione del bambino dovrebbero occuparsene propriamente e il governo dovrebbe esercitare dei controlli per proteggerli”.

Articolo a cura di: Hieroglifs International

Fonte: Aktifhaber.com

CONDIVIDI