MALAWI – Il Governo afferma che rimanderà presto i bambini di strada nelle loro case d’origine come un modo per ridurre le numerose problematiche che affrontano i bambini del paese. Il  “Minister of Gender, Children, Disability and Social Welfare”, Patricia Kaliati ha detto in un’intervista con il Malawi News Agency in Luchenza.

Kaliati ricorda al Governo che ha il compito di occuparsi di tutti i bambini del paese per far unire nuovamente i bambini di strada con le loro famiglie.

“Alcuni dei bambini di strada hanno genitori, ma spesso queste famiglie non hanno la possibilità di comportarsi come tali, il Governo quindi si deve impegnare ad affrontare il problema con queste famiglie spiegando che si tratta di un reato non prendersi cura dei propri figli in modo adeguato e mandarli per le strade a chiedere l’elemosina,” ha detto Kaliati.

Ha aggiunto che coloro che lasceranno i loro figli tornare per le strade saranno arrestati e portati in tribunale.

“Il Governo utilizzerà il criterio emanato nel 2010 per perseguire coloro che permetteranno ai loro figli di rimanere per le strade invece di mandarli a scuola”, ha avvertito.

Kaliati ha ulteriormente aggiunto che alcune organizzazioni non governative sono contro l’idea di rimpatriare i bambini di strada. Kaliati è preoccupata che alcune ONG non prendono in reale considerazione i problemi che affrontano i bambini di strada nel paese.

“Uno dei diritti di questi bambini è il diritto allo studio, come può un bambino godere del suo diritto all’istruzione se non va scuola e spende il proprio tempo per le strade”, si chiede Kaliati.

Ha quindi invitato le organizzazioni non governative a farsi avanti e lavorare con il ministero per rimandare i bambini di strada a casa in modo che essi possano godere dei loro diritti, compreso il diritto all’istruzione.

Kaliati continua dicendo che l’operazione doveva iniziare il 1 ° giugno di quest’anno, ma a causa di altri problemi l’operazione è stata rimandata, ma ha assicurato alla nazione che si comincerà molto presto.

Si è rivolta anche a tutto il paese dichiarando che tutti devono svolgere il loro legittimo ruolo sul tema dei bambini di strada, in modo che ogni bambino possa godere del proprio diritto all’istruzione ed educare le generazioni nel futuro.

Il ministro ha assicurato che la nazione e il governo è impegnata in diversi interventi per convincere più bambini di strada ad andare a scuola.

Lo stesso progetto è stato attuato anche nel 2010, ma un numero elevato di bambini è ritornato per le strade.

Fonte ALLAFRICA

CONDIVIDI